sabato 28 dicembre 2013

BUON ANNO 2014

  •  
  •                                                               (dal web)   
     
                       AUGURO             A        TUTTI    
                 
                       UN      NUOVO        ANNO   
                   
                      APPAGANTE      E      SERENO

sabato 21 dicembre 2013

sabato 14 dicembre 2013

ALTALENA DI PENSIERI


Spasima il vento
sulla rugiada dell’anima
un frinire di cicale
echeggia lontano
nel concerto del tempo.
Spezza il ritmo
il dondolio stanco
dell’altalena
di pensieri rubati
con un guanto di velluto
dalla finestra del sogno
incorniciata d’oblio.
Ma poi
 ombre e luci
 ricamati
 dal gioco del bagliore lunare
si perdono
 nel  luccichio dell’alba
 che tutto sconvolge
mentre la notte s’allontana. 





(CettinaG.)

domenica 8 dicembre 2013

Anniversario

"già 39 "                                                                                                     
 












INCONTRO D’AMORE

Ti ho incontrato
un mattino d’inverno
con la neve
 che imbiancava le strade
in un paesino
 disperso in montagna
Tutto bianco
 cielo e campi
ovattati nel loro mistero
attendevano stanchi……
Sogni e pensieri
in scrigni dorati
scivolavano liberati…..
La natura e l’umano
sospesi nel tempo
declinavano ore assonnate...
poi tu sei entrato
in punta di piedi
bussando
 ad una porta serrata,
ed un guizzo d’orgoglio sopito
saettò improvviso
ridestando
 armonici suoni
e metafore di vita …
mentre sul bianco chiarore
scrivesti indelebile
il verbo ti amo
e dai mille colori
dell’arcobaleno
si tinse la strada
 del nostro destino




ANNIVERSARIO

Abbiamo intrecciato i cuori
Nel segno dell’amore
Inseguito speranze e sogni
Nel buio del domani
Un piccolo virgulto
In tronco si è formato
E per tre volte l’albero  è fiorito
Il sole l’ha baciato
La pioggia l’ha bagnato
Ed anche il gelo non è mancato
Ma la corteccia è dura
Le radici forti
La linfa dell’amore
Da dentro ci ha nutrito.
L’albero è frondoso
La cima non vacilla
La terra che lo alloggia
È forte e vigorosa
Anni e anni son passati
Ma speranze e sogni
Non son cessati
La fiamma dell’ardor
                                                                         Arde  ancor!


sabato 23 novembre 2013

PENSIERI E PAROLE

(dal web)






                                                   e nel vento

 volano  parole e  pensieri

 s’incamminano

 in fila indiana

spirali di vita

sussurri di speme

li abbraccia il mistero

s’affollano i dubbi

un’altra dimensione

un mondo parallelo

ove s’infiamma

il delirio dissacrante

del lucido gioco

della mente

 tra schegge di luce

che feriscono l’orizzonte

 ma giacigli di seta

accolgono la tua anima

nell’alcova del sogno
(cettina G.)

domenica 17 novembre 2013

CANNOLI SICILIANI



                                                               CANNOLI SICILIANI



INGREDIENTI


·         Per la pasta:
·         250gr. Di farina
·         30gr. Di zucchero
·         Un bicchiere di marsala
·         20gr. Di strutto
·         Un pizzico di sale
              Per il ripieno:
·         400gr. Di ricotta di pecora
·         200gr.di zucchero
·         100gr. Di canditi
·         40gr. Di cioccolato
·         Un pizzico di cannella

Fare un impasto con tutti gli ingredienti per la pasta e lasciare riposare il panetto  in un luogo fresco per circa un'ora .
Prendere il panetto e tirare una sfoglia sottile ,circa 3 cm., poi 
aiutandosi con dei piattini da caffè ritagliare dei dischi che avvolgerete  attorno a dei cilindri di alluminio (si trovano nei negozi per i prodotti di pasticceria) sigillando le punte sovrapposte con del bianco d’uovo , poi friggeteli in una padella a bordi alti con abbondante olio.
 Appena diventano dorati scolateli ed appoggiateli su della carta
 assorbente,una volta freddi togliete delicatamente il cilindro.
Adesso lavorate la ricotta, dopo averla passata al setaccio,aggiungete lo zucchero , la cannella e il cioccolato a scaglie.
Riempite le scorze di cannoli con la farcia ,mettendo alle estremità dei canditi. Spolverare il tutto con dello zucchero a velo.
In alternativa si possono farcire con della crema bianca o al cacao.


venerdì 8 novembre 2013

TRAVAGLIO





Sul vostro egoismo
ho costruito
 la mia casa,
testuggine di pietra
in balia di onde
 tempestose e roboanti.
Mi lascio trascinare
da un porto all'altro,
ma riprendo
 sempre la meta
riaffiorando
 dal cupo solco
da dove poi sprofondare
negli abissi dell'inquietudine.
Mentre vago
 tra la spuma dell'indifferenza,
una sottile scia di luce
 mi cattura,
mi avvolge
 in una vorticosa spirale
e mi trascina
 dove il profondo
 mi confonde
mentre una brezza leggera
 mi bacia.
Oh! grembo materno
mai  dimenticato...
Oh! senso di quiete eterna
 dagli anfratti stanchi...
mi culla
 una ninna nanna
 mai ascoltata
pervasa di forti
 e penetranti odori
che mi stordiscono.......
( Cettina G,)


(foto dal web )