sabato 13 settembre 2014

CORI DI MATRI






                             (dal web)                                                




Quantu  è granni  lu cori di na matri
pari  a  Basilica du Vaticanu
cu tanti  nicchie e altari
a  ogni figghiu  c’è nu  postu  riservatu
u  so  cori  è  commu  na  cassaforti
tutti  i segreti teni  ammucciati
chi i so figghi ci  hannu cunfidatu
Na  matri è commu  u mantu  da  Maronna
Chi    teni  cunfurtati
ci  ponnu addummannari  a vita
idda  cià  dduna
li gioi di li figghi  su li so gioi
li duluri su li so duluri
e se  si  putissi  tagghiarisi  nu  frazzu
pi’  fariccìlli  passari,
su tagghiassi  senza pinsari
A na matri   tuttu si po  dummannari
picchì d’ogni guaiu  ciavi  a suluzioni.
quannu  idda sta cu i  so  f igghi
riri  e  canta pa cuntintizza
ma quannu  nun li viri è un gran duluri
I figghi  su pezzi  da so carni
e se si staccunu lu strappu
è laceranti e sanguinanti
e a suffirenza  è  forti  assai…..
L’anima di na matri  s’attacca ai  figghi
e  mai si  stacca mancu cu la morti
pirchì  anchi di   dassupra  li tieni  survigliati
e  se hannu  bisognu  è subitu ‘primirata
pi  falli  sentiri  rincurati
e a so presenza  dilicata è
commu un filu di ventu
in mezzu a li capiddi
chi  ci  fa  carizzi  menzu a frunti janca
lu cori  di na matri è  ranni assai
che nessun metru lu po misurari
ed è accussì particolari che  si cunfunni
ca biddizza   du  Creatu!
                                                                                    
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        (Cettina G.)                                                                                                                                                                                   
                 
                                                                                                                                   
                                                    Quanto è grande il cuore di una mamma
                                                                  sembra la Basilica del Vaticano
                                                                 con tante nicchie ed altari
                                                 ad ogni figlio ha riservato un posto
                                                           il suo cuore è come una cassaforte
                                                              dove nasconde
                                                                 le confidenze dei figli                                        
                                                        una madre è come il manto della Madonna
                                                                    che   li   protegge
                                                           e  se le chiedono di dare la sua vita
                                                                                   gliela dona
                                                                le gioie dei figli sono le proprie
                                                                              i dolori i suoi dolor
                                                      e se per evitarglieli  basterebbe tagliarsi  un braccio
,                                                                             se lo taglierebbe senza pensare

                                                             Ad una madre si può chiedere tutto
                                                      perché possiede la soluzione di ogni problema
                                                         quando è in compagnia dei suoi figli 
                                                           ride e canta per la gioia
                                                        ma quando  li vede soffrire per lei è un gran dolore
                                                I figli sono una parte del suo corpo
                                               e se si staccano lo strappo
                                                  è lacerante e sanguinante
                                                  con una fortissima sofferenza
                                  L'anima di una madre si attacca ai figli
                                e non si stacca mai neppure con la morte
                                                perchè anche da lassù li sorveglia
                                        e se hanno una necessità
                                        subito si appresta  a rincuorarli
                                                          e la sua  presenza è delicata
                                               come un alito di vento fra i capelli
                                                      che li  accarezza nel bianco della fronte
                                         Il cuore una madre è molto grande
                                                 tanto che nessun  metro lo può misurare
                                                            ed è così particolarmente speciale
                                                 che si confonde tra le bellezze del creato

(Cettina G.)

24 commenti:

  1. Tenerissimo questo omaggio alla madre, caldo, appassionato. Tutto quello che si dice in questa lirica è perfetto, è l'esatta descrizione dei sentimenti e dei comportamenti di una madre. E' l'approdo eopo il travaglio, l'insenatura che ti salva dal mare in tempesta.
    Bellissime le parole in siciliano che suonano intense e vibranti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Ambra ciò che hai scritto mi commuove. Un caldo abbraccio

      Elimina
  2. Cara Cettina, credo tutto quell'amore che esprime questa lirica alla madre che tutto da continua a dare dopo aver dato la vita.
    Ciao con un abbraccio, augurandoti buona domenica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come hai scritto tu caro Tomaso una madre dà per tutta la sua vita.
      Buona domenica anche a te

      Elimina
  3. Cettina mia adorata , avrei tanto voluto provare tutto questo come madre e come figlia, ma mi è stato negato!
    Un bacio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Nella ciò che mi scrive mi rattrista molto. Ti voglio bene e ti abbraccio forte

      Elimina
  4. Un vernacolo molto intenso, per mettere in risalto la grandezza emotiva d'una madre, sempre disposta a dare tutta sè stessa, per la propria prole
    Versi molto apprezzati, buon sabato sera, Cettina e un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Silvia ,solo una madre può provare sentimenti molto forti. Ti ringrazio e ti auguro una buona domenica

      Elimina
  5. La forza che emana dal "vernacolo" è dirompente, dolce, appassionata e...rassicurante, tutta.
    Ma, ditemi, come si può non emozionarsi leggendo "commu un filu di ventu
    in mezzu a li capiddi chi ci fa carizzi menzu a frunti janca" per concludere con il bellissimo "... che nessun metru lu po misurari ed è accussì particolari che si cunfunni ca biddizza du Creatu".
    Impagabile.
    Grazie Cettina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vittorino per il gradito e qualificato commento,che mi hai lasciato. Ti auguro una buona e rilassante domenica. A presto ,un caro abbraccio

      Elimina
  6. ciao Cetty, bellissimo omaggio al cuore di mamma, ancora piu' commovente e sentito nella versione in dialetto, trasmette a pelle la drammacita', l'amore,
    tutto quanto e' in grado di dare una mamma, anche la vita per suoi figli, senza pretendere nulla in cambio, la sua feilcita' e gratificazione e' la loro felicita', ciao grazie compimenti, baci rosa.) buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Rosa l'ho scritta con il cuore in mano e con tanta emozione nello spirito di mamma e di figlia. grazie per la tua costante presenza . Un bacio ,ti voglio bene

      Elimina
  7. Molto bella questa poesia che ho letto facilmente in vernacolo e l'ho capita al 99%.
    Solo dopo ho letto la traduzione.
    Buon inizio settimana un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico ,come vedi i sentimenti sono universali ed accomunano tutti.......è bello il rapportarsi a distanza ed interpretarsi nel proprio linguaggio . Grazie per la gradita ed appezzata presenza.

      Elimina
  8. Un omaggio molto bello...appassionato, la versione in vernacolo forse rende ancora più accorato il messaggio...molto bella comunque in tutte due le versioni.
    Ti lascio un abbraccio, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Stefania grazie per la tua presenza e l'apprezzamento.Un abbraccio

      Elimina
  9. Bellissima poesia dedicata alla mamma e scritta con maestria nel dialetto ;)
    buon inizio settimana
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Audrey carissima grazie anche a te per il gradito commento, ti abbraccio e ti auguro una buona settimana.

      Elimina
  10. Risposte
    1. Buon giorno caro Cav. ti ringrazio e ti auguro un buon W.E.

      Elimina
  11. Emozione pura!
    Buona serata da Batris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatrice ti abbraccio e ti auguro una buona giornata

      Elimina