lunedì 28 settembre 2015

FILAMENTI






Assioma enfatico
in filo setoso
riscritto a parole
implume messaggio
navigante su onde
ferrigne e burrascose
lambenti  rocciose stabilità
profuma l’assunto nettare
di alghe asprigne e succolenti
in memoria d’estasi amorose
                                          nel gioco magico
in vitalità bramose
d’attraente sensualità
sdraiate su sabbie
fine e voluttuose
smerigliate da diamanti
accecanti e suggestivi
nel caleidoscopio
di immaginari orizzonti
spennellati di  forti colori
iridescenti ed inebrianti.

( Cetty)

mercoledì 23 settembre 2015

AUTUNNO




Melodia d’autunno
dolce e delicata
indora  la mente,
 odori e suoni inebriano
 l’aria assonnata del tramonto
ove voli di ali
nel cielo ambrato
ricamano abbracci
di calde volute.
Abbagliata
 da rosso- gialli colori
ascolto
 la mia anima nuda
in un gioco
 arcano ed  ignoto
metamorfosi muta e pacata
d’umano destino
in lusinghe del divenire.
Cosa dice  il vento
 alla foglia che cade?
-“Affrettati e vai.
Affrettati e vai….
                                              non ti voltare
in un’altra stagione sorriderai”-
Ma tu no,  
 non ti affrettare,
 forse un’altra stagione
 non troverai!

(Cetty)

giovedì 17 settembre 2015

SCENARIO



Imprendibile fascino
s’esterna fiero
in tacito assenso
d’armonico afflato
turgido richiamo
in un coacervo involontario
da cui anima e corpo
si scompongono
in dolce perdizione
d’un assunto richiamo,
dolce e lieve Zefiro soffia
s’ inanellano pensieri
in magiche spirali
verso un’ipotesi
come forza simboleggiante
d’un Eros severo
che unisce e divide
rimescolando bussolotti
in urne di vetro
opache e misteriose
immagini d’un recitato
e riletto a due dimensioni .
            (Cetty)

martedì 8 settembre 2015

HO VISTO UN BAMBINO




Ho visto un bambino

                             Strappato alla mamma

Ho visto un bambino

                       Negato a suo padre

                                                                       L’ho visto

                       Giocare alla guerra

                                  E morire sui campi minati

L’ho visto

              Senza sogni

               Senza giochi

                          Umiliato e picchiato

                         Spacciare per strada

                                                               Ho visto

                                     Due occhi di bimbo sbarrati

                                        Tra l’onde d’un mare straniero                   

                                                                                Guardare il cielo

                                                                                Fra corpi annegati

                                                                                E sogni finiti...


(Cetty)





giovedì 3 settembre 2015

SCENE DA UN MATRIMONIO

                                                                       Arrivo in chiesa    



                                                                             Verso l'altare


                                                                            Già sposi


A Laura e Giuseppe un mondo di bene.!