Visualizzazione post con etichetta amore ed emotività. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta amore ed emotività. Mostra tutti i post

domenica 19 marzo 2017

SPUMA D'ONDA



La tua anima
chiusa in un pugno
morde il respiro
 diamante inconsueto
dietro le quinte
 luccicano parole
suoni d’organo
 afferrano il cielo
strappando un sogno
aritmia svolazzante
percuote in petto
nella richiesta assurda
ed imbarazzante di sé
cumulo striato
di verdi campi
maturati al sole
messi morbide e profumate
di sensualità inebriante
arrendevole a tratti
nel gomitolo dell’amore. 

 (Cetty)

domenica 29 maggio 2016

SINUOSITA'


Spuma d’onda
impastata di sale
che batte rumorosa
su un angolo d’amore
in quel rapido fluttuare
e dubbioso della mente
dove cerchi concentrici
si sfarinano al profumo
di sguardi ammiccanti
mentre sprofondi
fra flutti azzurrognoli
d’ amorosi sensi
rinvigoriti da destrieri indomiti
come pensieri approdati
nell’ondoso rullio marino
d’ acque asprigne
rispecchianti note intense
d’alta sonorità

(Cetty)

venerdì 13 maggio 2016

PROSCENIO


Rispolvero le piume
di fuligginoso ricordo
assioma sbiadito
di felice parvenza
tavolozza cromatica
ove si leggono
sbavature di grigio
un teorema invertito
nel registro di mesi
appallottola diafani guizzi
il lampo scolora
l’acceso del sole
mescolanza riflessa
nell’ottusità fredda
di elementi immutabili
pietrificati e stanchi
s’allontana lentamente
una sbiadita sagoma
scomparendo
oltre il tetro tendone
di velluto rosso scarlatto

(Cetty)

venerdì 29 gennaio 2016

TOCCO


Accarezza l’anima
in parafrasi d’incognito
sussurro sofisticato
di un lieve tocco
d’ammaliante chitarra
corde di spasimo
abbracciano avvolgente
desio speculare
d’invitante danza
per un cuore pulsante
nutrito di brama
nel nettare emotivo
di notturno ritrovo
nel fascio lunare
simbiotico ed ammaliante
mentre sprigiona effluvi
d' un ritmo lento e carezzevole

(Cetty)

giovedì 17 settembre 2015

SCENARIO



Imprendibile fascino
s’esterna fiero
in tacito assenso
d’armonico afflato
turgido richiamo
in un coacervo involontario
da cui anima e corpo
si scompongono
in dolce perdizione
d’un assunto richiamo,
dolce e lieve Zefiro soffia
s’ inanellano pensieri
in magiche spirali
verso un’ipotesi
come forza simboleggiante
d’un Eros severo
che unisce e divide
rimescolando bussolotti
in urne di vetro
opache e misteriose
immagini d’un recitato
e riletto a due dimensioni .
            (Cetty)