venerdì 13 maggio 2016

PROSCENIO


Rispolvero le piume
di fuligginoso ricordo
assioma sbiadito
di felice parvenza
tavolozza cromatica
ove si leggono
sbavature di grigio
un teorema invertito
nel registro di mesi
appallottola diafani guizzi
il lampo scolora
l’acceso del sole
mescolanza riflessa
nell’ottusità fredda
di elementi immutabili
pietrificati e stanchi
s’allontana lentamente
una sbiadita sagoma
scomparendo
oltre il tetro tendone
di velluto rosso scarlatto

(Cetty)

9 commenti:

  1. Versi emozionanti che parlano d'amore!
    L'immagine è stupenda, incanta!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatrice grazie per la gradita presenza.
      Un caro saluto

      Elimina
  2. Ciao Cettina, ma che versi meravigliosi. Come sempre con la tua maestria ci fai emozionare. Ti auguro un buon fine settimana e ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto per il gentile commento.
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Leggo qualcosa di tragico.
    Ciao Cetty.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è lasciarsi il passato alle spalle.
      Ciao August

      Elimina
  4. La vita nel suo perpetuo alternarsi, con gioie e dolori, verità e menzogne, ... proprio come un gioco delle parti.
    Un cordiale saluto alla valente autrice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima ed apprezzata rilettura
      un caro saluto

      Elimina