sabato 27 giugno 2015

CORI DI MATRI



       
                              


Quantu  è granni  lu cori di na matri
pari  a  Basilica du Vaticanu
cu tanti  nicchie e altari
a  ogni figghiu  c’è nu  postu  risirvatu
u  so  cori  è  commu  na  cassaforti
tutti  i segreti teni  ammucciati
cchi i so figghi ci  hannu cunfidatu
Na  matri è commu  u mantu  da  Maronna
chi  li  teni  cunfurtati
ci  ponnu addummannari  a vita
idda  ccià  dduna
li gioi di li figghi  su li so gioi
li duluri su li so duluri
e se  si  putissi  tagghiarisi  nu  frazzu
pi’  fariccilli  passari,
su tagghiassi  senza pinsari
A na matri   tuttu si po  dummannari
picchì d’ogni guaiu  cciavi  a suluzioni.
quannu  idda sta cu  i  so  f igghi
riri  e  canta pa cuntintizza
ma quannu  nun li viri è un gran duluri
I figghi  su pezzi  da so carni
e se si staccunu lu strappu
è laciranti e sanguinanti
e a suffirenza  è  forti  assai…..
L’anima di na matri  s’attacca ai  figghi
e  mai si  stacca mancu cu la morti
pirchì  anchi di   dassupra  li tieni  survigliati
e  se hannu  bisognu  è subitu ‘primirata
  falli  sintiri  rincurati
e a so presenza  dilicata è
commu un filu di ventu
in mezzu a li capiddi
chi  ci  fa  carizzi  'menzu a frunti janca
lu cori  di na matri è  ranni assai
che nessun metru lu po misurari
ed è accussì particolari che  si cunfunni
ca biddizza   du  Creatu!
                    (Cetty)


                                                                                                                                   
                                                    Quanto è grande il cuore di una mamma
                                                                  sembra la Basilica del Vaticano
                                                                 con tante nicchie ed altari
                                                 ad ogni figlio ha riservato un posto
                                                           il suo cuore è come una cassaforte
                                                              dove nasconde
                                                                 le confidenze dei figli                                        
                                                        una madre è come il manto della Madonna
                                                                    che   li   protegge
                                                           e  se le chiedono di dare la sua vita
                                                                                   gliela dona
                                                                le gioie dei figli sono le proprie
                                                                              i dolori i suoi dolor
                                                      e se per evitarglieli  basterebbe tagliarsi  un braccio
,                                                                             se lo taglierebbe senza pensare

                                                             Ad una madre si può chiedere tutto
                                                      perché possiede la soluzione di ogni problema
                                                         quando è in compagnia dei suoi figli 
                                                           ride e canta per la gioia
                                                        ma quando  li vede soffrire per lei è un gran dolore
                                                I figli sono una parte del suo corpo
                                               e se si staccano lo strappo
                                                  è lacerante e sanguinante
                                                  con una fortissima sofferenza
                                  L'anima di una madre si attacca ai figli
                                e non si stacca mai neppure con la morte
                                                perchè anche da lassù li sorveglia
                                        e se hanno una necessità
                                        subito si appresta  a rincuorarli
                                                          e la sua  presenza è delicata
                                               come un alito di vento fra i capelli
                                                      che li  accarezza nel bianco della fronte
                                         Il cuore una madre è molto grande
                                                 tanto che nessun  metro lo può misurare
                                                            ed è così particolarmente speciale
                                                 che si confonde tra le bellezze del creato

22 commenti:

  1. L'amore della madre per i figli è il più grande e supera tutti gli altri.
    Ciao Cettina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Omar ciò che hai scritto è la verità.
      Buona serata

      Elimina
  2. Un vernacolo bellissimo e intenso, che ho molto apprezzato nella sua lettura
    Buon sabato, Cettina e un abbraccio,silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia cara per il tuo gradito commento.
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Splendida!!!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Beatrice ricambio il tuo abbraccio

      Elimina
  4. Cara Cettina, se anche non tutti le frasi le capisco ma le intuisco!!!Bellissima non è necessario aggiungere altro.
    Buona domenica cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Tommaso per il tuo gradimento , in basso ho aggiunto la traduzione. Buona notte

      Elimina
  5. Noin ci crederai Cettina ma benché romagnola sono riuscita a capire ed apprezzare tutto il testo in lingua originale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Krilù apprendo con vero piacere che hai ben compreso il contenuto della poesia.
      Un forte abbraccio

      Elimina
  6. Quando la poesia nasce dal cuore è universale, riesce ad arrivare a tutti anche se è stata concepita in forma dialettale.
    C'è amore, passione, musicalità in questi riuscitissimi versi e c'è una forza che definirei jacoponiana.
    Un sincero plauso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .....che dire ,mi hai lasciato di stucco......grazie infinite per l'apprezzamento e l'immeritato paragone.
      Un carissimo saluto

      Elimina
  7. Mi associo a quanto è stato scritto sin qui.
    Complimenti Cettina e buona settimana ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovy carissima ,grazie di cuore per il tuo commento. Un abbraccio

      Elimina
  8. Ciao Cettina, è bellissima, ed è bellissima la scrittura dialettale in cui l'hai proposta. Mentre leggevo pensavo a quei genitori che, dopo la disgrazia successa qui da noi nei giorni scorsi, vivono nel grandissimo dolore di aver perso i loro figli.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le belle considerazioni che hai lasciato . Sempre gradita la tua presenza ,un abbraccio

      Elimina
  9. Cara Cetti questa poesia mi ha veramente commossa complimenti sai esprimere molto bene i tuoi sentimenti, un bacio m.grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara M.Grazia ,tra un impegno e l'altro cerco di tenere attivo il blog.
      Un abbraccio affettuoso

      Elimina
  10. Molto bella questa poesia che ho apprezzato molto anche nella versione originale in vernacolo dopo aver prima letto la traduzione.
    Felice giornata un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrico per la tua presenza ed il gentile commento,ti auguro una buona giornata

      Elimina
  11. Bella Cetty! E poi mi piace molto la poesia dialettale. "...il cuore di una madre, ha davvero sempre un posto riservato per tutti i suoi figli..."
    Scusa per mia lunga assenza.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pino per il tuo gradito commento.Spero di trovarti ancora.
      Ti auguro una buona domenica. Un caro saluto

      Elimina